Fuori dalla plastica: al via il progetto di Arpa Umbria e Legambiente Umbria per la riduzione dell'uso e dell'abbandono della plastica


Una campagna di citizen science e percorsi educativi rivolti alle scuole secondarie dell’Umbria. 
In occasione della Settimana Unesco per l'Educazione alla Sostenibilità, promossa dal COMITATO NAZIONALE PER l’EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITA’ - AGENDA 2030 prende avvio il progetto FUORI DALLA PLASTICA di Arpa Umbria e Legambiente Umbria dedicata al tema della riduzione della produzione e dell'abbandono della plastica.
 
Il progetto prevede di coinvolgere le scuole secondarie di primo e secondo grado dell’Umbria con una campagna di citizen science di monitoraggio dell'abbandono di rifiuti nei parchi e nei giardini urbani della Regione e di analisi della tipologia di rifiuto maggiormente abbandonati, per stimolare una riflessione sui comportamenti individuali, sull'uso di materiali usa e getta e sulla corretta gestione dei rifiuti.
 
A 10 classi delle scuole secondarie di secondo grado dell'Umbria sarà poi proposto un progetto educativo sulle microplastiche. I cittadini umbri invece saranno chiamati a utilizzare ArpAlert, il servizio via Whatsapp di Arpa Umbria dedicato alla segnalazione della presenza sul territorio di rifiuti abbandonati illegalmente.
 
“L'inquinamento da plastica del mare, dei fiumi, dei laghi e de suolo è diventata un emergenza - commenta Fabio Mariottini, Responsabile Comunicazione, Stampa e Relazioni Istituzionali Arpa Umbria – Con questo progetto vogliamo sensibilizzare i cittadini sul tema della corretta raccolta differenziata, sulla necessità della riduzione di prodotti usa e getta di plastica e la promozione dell'uso di materiale bio-compostabile, di stili di vita e di consumo sostenibili “.
 
Presto online tutti i materiali.

Pubblicato il24 novembre 2018