Ultim'ora su Art.35 SbloccaItalia. Le agenzie


Rifiuti: Galletti, su inceneritori buona intesa con regioni 
Tranne che con Lombardia e Campania 

(ANSA) - ROMA, 4 FEB - "Abbiamo raggiunto un buon risultato, abbiamo avuto tutti pareri favorevoli, tranne due regioni, la Lombardia e la Campania, che hanno espresso parere negativo. Non era un passaggio facile. L'applicazione dell'articolo 35 dello Sblocca Italia rompe di fatto il principio dell'autosufficienza, dello smaltimento dei rifiuti a livello regionale e si crea una rete di smaltimento dei rifiuti a livello nazionale. Questo ci aiuta molto ad impostare un lavoro serio per lo smaltimento dei rifiuti e ci serve anche per contrastare le infrazioni comunitarie a cui l'Italia è sottoposta in questo momento". Lo ha annunciato il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti al termine della Conferenza Stato-Regioni, in cui è stata siglata un'intesa in tema di inceneritori regionali.(ANSA). 

Rifiuti: Galletti, su inceneritori buona intesa con regioni (2) 
(ANSA) - ROMA, 4 FEB - "Il piano prevede un aggiornamento annuale che tenga conto, oltre ad altre cose, anche dei piani di smaltimento regionali", ha aggiunto Galletti. "E' chiaro, e lo voglio dire con molta previsione, che questo piano parte dal presupposto che tutte le regioni arrivino al raggiungimento degli obiettivi fissati dall'Europa, quindi che tutte le regioni arrivino al 65% di raccolta differenziata e che tutte colgano gli obiettivi di produzione dei rifiuti del 10%; fatto questo conteggio - ha concluso - si individua ancora la necessità, del Paese in questo caso, di incenerimento, che equivale a 8 termovalorizzatori".(ANSA). 

Rifiuti: Marini, piano positivo per intese interregionali 
(ANSA) - ROMA, 4 FEB - "Il piano è positivo perché rende possibili gli accordi interregionali che subordinano la realizzazione dell'impiantistica a questo, e quindi per quanto riguarda la nostra regione era ciò che auspicavamo. Noi infatti abbiamo iniziato un lavoro su questo aspetto, attraverso il piano regionale dei rifiuti e anche attraverso una integrazione con la regione Toscana, e quindi volevamo un'impiantistica che fosse misurata anche su questo sforzo di raccolta differenziata e di buone pratiche che stiamo mettendo in campo". Così la presidente della regione Umbria, Catiuscia Marini, ha commentato l'intesa sottoscritta oggi in conferenza Stato-Regioni sugli impianti di incenerimento dei rifiuti urbani e assimilabili. "Quindi vuol dire che grazie a queste intese interregionali - ha sottolineato - riusciremo a dimostrare che tutto il fabbisogno viene smaltito e quindi non c'è bisogno di nuova impiantistica".(ANSA). 

Pubblicato il04 febbraio 2016