Spoleto: Legambiente chiede la chiusura al traffico del centro storico


Dopo la lettera al Ministro dell’Ambiente, Legambiente Spoleto rinnova l’appello alla Amministrazione Comunale per una chiusura al traffico del Centro storico della città.

Spoleto, città ricca di storia e di arte, tra le più belle d´Italia di cui è stata una delle capitali, ricca, e ne faremmo volentieri a meno di auto che vagano per il pregiato centro storico alla ricerca di un parcheggio che non c´è, inquinando inutilmente e riducendo le nostre belle piazze in aree di sosta selvaggia in seconda e terza fila, che costringono gli abitanti ed i pochi turisti a camminare schiacciati ai muri delle strette vie medioevali, portando con se il ricordo di una città non godibile.

Il passaparola è la forma di pubblicità più efficace e funziona anche in negativo, basta raffrontare le presenze turistiche della nostra città a quelle di altre umbre pur di minore interesse artistico e paesistico.

Spoleto muore di giorno in giorno , a tanto ci ha portato l´attuale Amministrazione cedendo alle pressioni di pochi commercianti, a nostro giudizio non certo di larghe vedute, e riaprendo completamente al traffico, con un misero rimasuglio di ZTL solo nei giorni festivi (chiusura dalle 6 alle 18 solo la domenica), l´intero centro storico.

I parcheggi costati milioni di euro rimangono deserti, il sistema di mobilità alternativa è un desolante monumento allo sperpero, il centro di Spoleto muore soffocato dal traffico e dall´inquinamento con un degrado progressivo che è sotto gli occhi di tutti meno dei  nostri  amministratori che sentono solo i richiami di una categoria e non agiscono nell´interesse di tutti.

I pochi residenti rimasti si trovano a vivere in una situazione di assoluto disagio e presto cercheranno anche loro di fuggire da un centro storico sempre più invivibile.

Chiediamo ancora una volta alla nostra Amministrazione di adottare scelte coerenti che contribuiscano a rivitalizzare il centro storico, che invitino a ritornare ad abitarci, che attirino le visite dei turisti; i parcheggi ed i mezzi meccanizzati per raggiungere facilmente la parte  alta di Spoleto ci sono, gli investimenti sono stati fatti ed i costi di gestione del sistema sono alti anche a trasportare aria come oggi, utilizziamoli, chiudiamo al traffico il centro, liberiamo almeno le piazze più belle dalle vetture parcheggiate, ridiamo la voglia di far passeggiate gradevoli in un ambiente godibile a residenti e turisti, siamo certi che ne beneficeranno anche le attività commerciali oggi in preda a mortale asfissia, siamo certi che la gente tornerà ad abitare il centro.

L´attuale politica della viabilità ha solo  contribuito ad aumentare l´inquinamento ed il degrado, bastacon l´accesso indiscriminato al centro, la nostra città non può vivere in queste condizioni, siamo l´unica città d´Arte dell´Umbria con il centro storico interamente aperto ed i risultati purtroppo si vedono, chiediamo con forza e continueremo a farlo anche con iniziative miratenei prossimi giorni che la nostra città sia veramente aperta all´Uomo, come recita l´ormai ridicolo slogan della mobilità alternativa per cui si stanno finendo di spendere più di 60 milioni di euro.

Pubblicato il07 marzo 2011