Campi di volontariato al Trasimeno e a Piediluco


Un'esperienza unica per partecipare alla realizzazione di progetti di ripristino, tutela e valorizzazione dei due laghi umbri.

Un'esperienza unica per partecipare alla realizzazione di progetti di ripristino, tutela e valorizzazione e per conoscere il Lago Trasimeno e quello di Piediluco. Un modo pratico per mettersi in gioco e dare il proprio contributo alla salvaguardia del nostro territorio, ma anche un modo per imparare "sul campo" cosa significa vivere in modo più sostenibile.

Isola Maggiore, Tuoro – Lago Trasimeno, dal 9 giugno al 24 giugno

L'Isola Maggiore è una delle tre isole del Lago Trasimeno: un magnifico paesaggio naturale ed un inaspettato patrimonio storico-artistico che rimanda ad un lontano passato in cui la popolazione isolana arrivò a contare anche 600 abitanti contro i 18 attuali. Siamo nel cuore del Parco regionale del Trasimeno, una delle zone umide più importanti d'Europa. Infatti il lago, incastonato tra le dolci colline umbre ha da sempre rappresentato per l'avifauna acquatica un'importante area di svernamento, sosta e riproduzione, e per le specie ittiche un habitat perfetto per vivere e riprodursi. I centri rivieraschi, i piccoli borghi di pescatori, lo sfalcio dei canneti ancora effettuato a mano, danno una dimensione "al di fuori del tempo" di questi luoghi.

I volontari, ospitati presso il Borgo dei pescatori dell'Isola Maggiore, saranno coinvolti in attività di manutenzione e ripristino ambientale e nelle iniziative che il piccolo Museo locale propone. Inoltre saranno coinvolti nell'organizzazione della rievocazione storica della Battaglia del Trasimeno e della manifestazione Music for Sunset.

Piediluco, Terni - Lago Piediluco, dal 25 giugno al 9 luglio

Il lago di Piediluco appare come un gioiello incastonato nel verde: un lago di modeste dimensioni, ma affascinante per la sua collocazione che a molti visitatori ricorda gli specchi d'acqua delle Alpi. Il lago è caratterizzato dalla ricchezza della biodiversità, da un pregevole paesaggio e dal borgo di Piediluco dominato da una rocca medievale. Piediluco è oggi un centro remiero tra i più attrezzati d'Europa: vi si svolgono gare internazionali di canottaggio e le sue strutture sportive, oltre a quelle ricettive, sono utilizzate da atleti di tutto il mondo come sede ideale per ritiri e stage.

I volontari, ospitati nella vecchia scuola del paese, saranno coinvolti soprattutto in attività di ripristino e riqualificazione ambientale, ma anche nell'organizzazione e nella preparazione della tradizionale Festa delle Acque che si terrà nella prima settimana di luglio e che culmina in una sfilata di barche allegoriche.

Per informazioni info [at] legambienteumbria [dot] it

Per iscriversi ai campi volontariato [at] legambiente [dot] it 



Pubblicato il20 aprile 2012